Loading...
Il progetto2019-08-08T17:24:59+00:00

COLTIVARE LA MERAVIGLIA

 

 

Coltivare la Meraviglia è un progetto nato dal sogno di offrire una piccola oasi dove chiunque ama l’Arte e la vive come Casa e Cura per la propria interiorità possa trovare una Stella Polare, un rifugio in cui sostare e respirare.

Un luogo dove l’Arte possa essere esplorata come occasione di benessere per chi la pratica, come espressione del sé più profondo e genuino, ma anche occasione di incontro, comunicazione e scambio tra le persone. L’ Arte concepita come modo per coltivare e condividere lo stupore e la gioia, dentro e fuori di sè.

i nostri percorsi formativi

I germogli per Coltivare la Meraviglia sono i nostri corsi e seminari  proposti e pensati come percorsi di crescita personale e non solamente di apprendimento tecnico, dove protagonista è l’Arte nelle sue molteplici forme, spaziando dall’illustrazione alla scrittura, dalla pittura al fumetto, dalla narrazione e storytelling all’arte del comunicare, dal teatro fino alla musica. Il denominatore comune è la gioia di esplorare modalità per esprimersi in modo libero e senza ansie da prestazione, e quindi aprirsi a sè e agli altri lasciando fiorire la propria irripetibile unicità.

a chi ci rivolgiamo

L’invito a partecipare ai nostri corsi è rivolto a tutti gli appassionati dell’arte a 360°, di illustrazione e albi illustrati, agli insegnanti, agli educatori, ai genitori, agli operatori della cura,  a chiunque desideri coltivare questa dimensione e trasmetterla anche agli altri. A chi, nel proprio lavoro e/o nel proprio quotidiano, desideri dare concretezza ai verbi educarsi ed educareeducere, estrarre, portare alla luce la meraviglia che già esiste in ognuno di noi, ma aspetta latente.

Tutto questo a sostegno della convinzione che l’arte prodotta per necessità interiore e non per risposta alle richieste e aspettative esterne, a canoni estetici ed esteriori, è sempre anche Comunicazione, cum munus, mettere in comune, dono reciproco. E’ raccontarsi e ascoltare, in un dialogo dialettico, paritario, maieutico e vivificante. E’ un invito all’incontro: “Chi sei tu?” – “Chi sono io?” – “Cosa racconti tu con quest’opera?” – “Cosa racconto io?”

Crediamo che l’Arte faciliti la costruzione e la condivisione di senso, di bellezza e di poesia, generi libertà e speranza,  e crediamo che coltivare la meraviglia che ciascuno ha dentro di sé, e che ciascuno può esprimere in modo personale e unico, sia anche coltivare l’umanità, di cui l’Arte è una delle manifestazioni e delle dimostrazioni più alte.

Coltivare la meraviglia dell’essere Umani, coltivare la parte più nobile dell’animo umano, dare accoglienza e voce e modo di esprimersi alla propria anima, è un modo di ricordarsi e ricordarci a vicenda che siamo tutti potenziali opere d’arte, tutti pezzi unici e per questo preziosi esseri umani degni di Cura, e non solo destinatari di giudizio, di confronto, di asettici “Sì” o “No”, di voti e pagelle.

dove si coltiva la meraviglia

Questa oasi che sogniamo di veder crescere, nel tempo, sempre più rigogliosa trova il suo spazio in un luogo preciso: LUSERNA/LUSÉRN, in provincia di Trento, un piccolo paese di montagna a 1333 metri slm intriso di meraviglia grazie alla sua natura incontaminata, alla storia, alla cultura e all’antica lingua cimbra, ancora oggi parlata correntemente dagli abitanti.